.
Annunci online

siamobellissimi
manifestazione uterina frontale
 
 
 
 
           
       

 














 
7 dicembre 2008

LUI PER LEI


Cari amici dei , il nostro spazio si arricchisce di una nuova opportunità. Ecco a voi una sezione dedicata agli annunci. Esatto! Qui potete inserire gratis i vostri annunci. Coraggio, entrate e scoprite tra i tanti annunci presenti quello che fa per voi.

Ecco una selezione tra gli annunci di questa settimana:

SENSUALISSIMO. Pancino da baciare. Cerco amica per momenti indimenticabili.
Si sportive. Si mature. No perditempo. No Dj Coccoluto.

ERCULEO. Studentessa Erasmus in cerca di emozioni? Straniera annoiata? Casalinga vogliosa di emozioni? “Er Giasone der Tufello” ti aspetta.


DISCRETO, raffinato, coltissimo. Cerco giovane ragazza, pari requisiti, per fine settimana all’insegna dell’arte e della buona cucina .


GANG BANG.
Bukkake amateur. Hai mai provato la sensazione di pienezza? Di essere sommersa, devastata…dal piacere? Quattro amici ti aspettano…ma non la bar.


INDIMENTICABILE. Hey tu, che fai stasera? Rodolfo ti aspetta…




permalink | inviato da siamobellissimi il 7/12/2008 alle 17:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa

30 novembre 2008

ENIGMI INSOLUTI

 

Mille interrogativi s’affastellano nella mente degli uomini da quando la prima unità di carbonio prese la forma che gli riconosciamo. Le domande che restano, alla fine, sono le solite: Chi siamo? Da dove veniamo? Dove andiamo? E soprattutto, Spidey riuscirà a copulare entro un paio di mesi?
Gli atomi di Democrito, le monadi di Liebniz…e Galileo che s’immolò per la conoscenza. Salti vorticosi nell’ignoto che pure…nel profondo..non è che il reale.
Non potendo scandagliare l’ignoto e il remoto per non soccombere alla sua vastità che non permette d’essere compresa dalla misera mente umana, l’uomo da sempre sceglie dove orientare il proprio sguardo. Ecco che, ad esempio…una domanda tortura l'animo di molti uomini da tempo immemore.
Una domanda scomoda che ancora non ha avuto risposta, come Psammetico stesso ammise durante l’assedio protratto di Ktoisys: "C
osa fa Zarrillo tra un Festival di Sanremo e l’altro? Ha una vita, un abitazione, una famiglia?"
Nel mondo a noi conosciuto, Michele Zarrillo
risulta essere un’entità astratta che si presenta al mondo solo in concomitanza del Festival di Sanremo.

Chi non ricorda perle come “La notte dei pensieri”, “l’elefante e la farfalla” e altre chicche di cui per motivi imponderabili nessuno ricorda uno straccio di nota, titolo o anche solo vagamente un motivetto…

Per i più fedeli alle tradizoni cristiane, la sua apparizone coincide con quella di Bernadette nella Grotta di Lourdes, anzi s’ipotizza che lui abiti in una grotta sotto il teatro Ariston. I suoi avvistamenti infatti coincidono con l’arrivo del tanto amato Festival, dato che nel resto dell’anno nessuno lo ha mai visto, con l’eccezione delle due settimane successive con le sequenziali apparizioni a Domenica in e la controparte mediaset.. (Ciò in natura è considerato come un naturale fenomeno di assestamento)

In certi circoli esoterici, massoneria compresa, si sostiene invece che una ristretta cerchia di persone al mondo abbia la facoltà di evocarlo, anche privatamente, con un invocazione tradotta dal Deuteronomio ebraico: “Signori e signore ecco a voi Michele Zarrillo!” ((s’ipotizza una setta di ex conduttori)

Sul quesito si sono cimentai pensatori di ogni risma, dal vecchio materialista Sanguineti fino a Bertrand Russel la cui conclusione, a tutt’oggi, viene ritenuta dai più come la più verosimile: “Zarrillo non esiste.”

Qual è il nome che usò Achille quando si nascondeva tra le sacerdotesse? E il nome di Geova ricavato dalla combinazione di tutte le lettere? E quale fu l’ultimo pasto del Minotauro prima di essere trafitto da Giasone? L’essenza di tutti i misteri resta avvolta nel buio e agli uomini non resta che attraversare il loro tempo sperando in briciole di verità. Una considerazione però sentiamo di doverla fare:Il giorno in cui il Festival di Sanremo cesserà di esistere, cosa ne sarà di Michele Zarrillo ?




permalink | inviato da siamobellissimi il 30/11/2008 alle 17:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa

25 novembre 2008

IL TEMPO DEL DELIRIO

 


Il tempo del delirio profetizzato da Lovecraft sta arrivando. Orde impazzite di uomini stanno commettendo i crimini più efferati alla luce del sole. La follia di massa si sta propagando.
Il sangue ricopre la terra degli uomini.

A Parigi qualcuno ha visto Daniel Auteil fuggire inseguito dai gendarmi dopo aver pestato un nano acrobata che chiedeva l'elemosina fuori l'Operà.

Al raduno annuale delle Truppe d'assalto Imperiali, ha fatto la sua comparsa la divisione "village people", tra lo sgomento generale dei Sith...

Il neoeletto messia Obama è in ambasce...appena eletto e un mistero insondabile ad ostacolare i suoi piani di neosocialismo americano...è forse un complotto Repubblicano?

Che diavolo stava accadendo al mondo? Quale oscura macchinazione è in atto?
Spunk non può essere della partita, preso com'e' dalle riprese dell'ultimo James Bond:
007
what breach of balls!

L'oscuro Mytochondrius se la spassava allegramente sulle disgrazie del mondo


Spidey era immerso in cose più grandi di lui…

Toni Cupi era in crociera con angela merkel….

NON V'E' SALVEZZA.
La profezia di Lovecraft si sta avverando.
Non è il richiamo di Chthulu, ne la follia di Nyarlathotep e nemmeno l'immensità di Dagon ad aver scatenato tutto questo...
Le fila oscure della follia sono tramate dalle mani di chi nessuno pensava potesse far ritorno dall'oscurità...
E' tornato...
E' tra noi...



FOGAZZO è qui...


17 novembre 2008

SCOOP: la telefonata tanto attesa

 La Redazione dei SiamoBellissimi, con il tempismo che in questi anni l'ha resa protagonista dell'informazione globale, ancora una volta è in prima linea e, anticipando la concorrenza di tutte le altre testate d'informazione, ha già la trascrizione in anteprima della telefonata tra il segretario del Pd, Walter Veltroni 

(eccolo in una recente riunione del partito nel loft romano) e Riccardo Villari

(nella foto subito dopo l’elezione), inatteso Presidente della Commissiione di Vigilanza Rai.

Veltroni – Villari, buongiorno
Villari – Chi è?
Veltroni – Villari sono io, il segretario, Veltroni!
Villari- Chi? Ehm... non si sente niente...pronto? Pronto?!
Veltroni - Villari sono Veltroni, mi senti?
Vilalri    -Pronto?! Pronto?!
Veltroni -Villari non fare lo stronzo..che cazzo combini?!
Villari - Ma chi mi avete passato?! Formentin…qui c’è uno che dice parolacce...
Veltroni –Villari ti devi dimettere! Hai sentito la Bindi sulla stampa? Ci stanno facendo un culo così…
Villari -(riattacca)
Veltroni - Pronto?! Pronto?|!




permalink | inviato da siamobellissimi il 17/11/2008 alle 15:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa

15 novembre 2008

UN GIALLO MODERNO: L'AFFAIRE LIONEL (Replica)

Continua la saga dei leggendari Vesuvio nello speciale di Mixer SB. In questa puntata ripercorriamo la strada che porta lla misteriosa scomparsa di Lionel, l'unico vero "Diamante pazzo".


Era il 1979, l'anno dello scioglimento della storica band dei VESUVIO, che segnò l'inizio della nostra storia.Una storia torbida, oscura, misteriosa. Una storia dove la follia si sostituisce alla ragione e al buon senso. Una storia che ci porterà alla perdita di uno dei più autorevoli e discussi artisti del nostro tempo:   "LIONEL".

Come tutti sanno lo scioglimento del supergruppo dei "VESUVIO" fu per i componenti dello stesso l'inizio di un' ineluttabile e crudele discesa nell'inferno delle carriere soliste.
Nonostante il talento e le indubbie potenzialità dei singoli membri del gruppo, nessuno riuscì a continuare il cammino d'arte che li aveva resi noti al mondo. Nessuno tranne Lionel, al secolo Puccio Lionelli.
Dopo un periodo in giro per il mondo ritornò in patria e si mise al lavoro sul suo primo album da solista ma già dall'inizio si videro i primi segni delle difficoltà che avrebbero seguito il nostro durante tutto il suo cammino. I membri della band furono tanti e tutti durarono al massimo un paio di sessioni di prova.
Il carattere di Lionel purtroppo non gli aveva fatto conquistare le simpatie dello star sistem e nemmeno quella degli addetti ai lavori. Frutto di quel periodo di lotte fu il tormentato Album "Voi volete quest'uomo" fatto uscire per i "DISCHI DEL CHIURLO" e quasi subito ritirato per volere dell'autore stesso.Interrogato sulla sua repentina decisione disse ai cronisti due parole che rimasero nell'immaginario collettivo per parecchi anni: "...fa shchifo...".
Dopo il fallimento del suo primo esperimento solista Lionel non si perse d'animo e tentò di riproporsi con un progetto di coro femminile di Gospel, le "Paillettes", ma, probabilmente a causa del perfezionismo dell'artista o, come alcuni hanno malignato, a causa dei suoi insoddisfatti appetiti sessuali, nessuna delle candidate cantanti andò oltre la fase dei provini.


Una rara immagine di Lionel in sala di registrazione


Ormai disoccupato e in bolletta, Lionel fu costretto a vendere il suo lussuoso appartamento sul golfo e fittò un fatiscente monolocale in uno dei quartieri più degradati della città. Li visse per due anni lavorando saltuariamente come cantante a noleggio per feste e cene, in compagnia dei suoi tre gatti: Lucio, Colombina e Sally Spectra. Alla fine fu sloggiato anche da li dal suo padrone di casa infastidito dalle grida strazianti che i suoi gatti lanciavano alle ore più impensate del giorno e della notte e chiese aiuto ad un suo amico l'armatore Ottavio Scanniello che lo assunse come cantante sulla sua nave da crociera.



Foto d'archivio di Lionel nel salone delle feste dell' "Annarella"


Il pubblico festante nel salone delle feste dell' "Annarella"

Il soggiorno sulla "Annarella" sembrò per Lionel l'inizio di una nuova vita e addirittura pareva anche che l'artista stesse preparando del nuovo materiale in vista di una reunion dei leggendari "VESUVIO", ma il dramma era dietro l'angolo.Non si conosce bene il motivo che fece scattare la crudele molla nel cervello di Lionel. Voci dissero che fu la telefonata di un suo vecchio amico, anche lui cantante sulle navi da crociera, di cui purtroppo le cronache non riportano il nome che gli annunciava il suo ingresso in politica. Altri dicono che fu l'amore
non ricambiato per una donna. Fatto è che Lionel si chiuse nella sua cabina con Trinchetto, il gatto di bordo, e li restò fino a quando non fu ritrovato svenuto mesi dopo sul ponte della nave nudo e ricoperto di graffi.Fu sbarcato a Hong Kong dove rimase in ospedale per alcuni giorni. Il 29 settembre del 1989 Lionel evase dall'ospedale e sparì senza lasciare traccia.

Ad oggi nessuno sa cosa ne sia stato di Lionel, il cantautore con la passione dei gatti. Testimoni giurano di aver visto qualcuno che gli somigliava nei posti più diparati, ma la leggenda che gli aveva dato i natali lo aveva rivendicato per sempre.


Una discussa foto che ritrarrebbe il cantante Lionel in un'isola della polinesia, quasi certamente un falso... quasi.

Addio Lionel, diamante pazzo...


 




permalink | inviato da il 15/11/2008 alle 15:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (23) | Versione per la stampa

14 novembre 2008

I LEGGENDARI...VESUVIO

Cari amici dei SiamoBellissimi, la nostra programmazione è in manutenzione per prepararsi alla nuova stagione, così come il nostro marchio, alla ricerca di nuove sfide affascinanti.
Nel mentre, prima di riprendere a pieni giri, vi riproponiamo a grande richiesta, dopo una lunga assenza, il meglio degli scoop di MIXER, la nostra rubrica di maggior successo. Oggi è la volta dell'incredibile storia della Boyband più famosa che si ricordi a memoria d'uomo. Stiamo parlando, naturalmente dei... Vesuvio! Buona visione.


"Cari amici dei SiamoBellissimi, facciamo un tuffo all’indietro, fino al 1977, anno seminale per le avanguardie, anno del  London burnin’ e di White Riot, ma anche l’anno dell’esplosione di un breve fenomeno di costume destinato ad incendiare per breve tempo le platee di mezzo mondo. L’anno della prima sex-boyband dal successo mondiale ed imprevedibile, l’anno dei "VESUVIO" !

 

Con i loro hits\tormentoni- da “La ballata di Cuccurullo” a “Piove sempre a Trieste” hanno fatto ballare i giovani di tutto il mondo; con i loro atteggiamenti sensuali e provocanti hanno incendiato l’immaginario di molte adolescenti dell’epoca. Ma chi c’era dietro quel fenomeno? Chi fu l’artefice di quella macchina organizzativa che trasformò i Vesuvio in una macchina che sfornava miliardi a gogo? Bè, il rivale più temuto da Malcom Mc Laren  era proprio lui, il nostro e vostro Spidey, come ricordiamo in questa celebre copertina del Variety.

Sono passati un po’ di anni da allora e dei Vesuvio si sono perse le tracce.Vi chiederete: che fine hanno fatto? Ve lo diciamo noi!

 

(In ordine rispetto alla foto sopra)

  Alain Giuliani, detto “L’arabo” per il suo fascino mediorientale. Oggi lavora come operatore telefonico per il 1288
 Nando Caratti, detto “Einstein” perché era l’intellettuale della band. Oggi è consulente motivazionale  in una società per la divulgazione dell’autostima denominata “Ce la posso fare”.
 Puccio Lionelli, detto “Puccio Lionelli” perché non aveva soprannomi. E’rimasto nel campo dopo la scissione dei Vesuvio: ha lavorato come cantante per eventi (cene-feste-crociere)col nome d'arte “Lionel”. Protagonista di un famoso caso di cronaca negli scorsi anni, quando è sparito senza lasciare traccia. A tutt'oggi non si sa dove sia.

 Marcus Lavarelli, detto “il rosso”, per la sua tessera d’iscrizione alla cgil. Attualmente è impiegato presso la catena alimentare “Cavalli”.

  Zazà De Santis, detto “Lui”. Lo riconoscete tutti: oggi è il Candidato Ufficiale della Fnp per il Quirinale.


Per concludere: si è sentito spesso parlare di "Reunion". Con gli impegni istituzionali del De Santis ci pare molto improbabile ma...che dire...speriamo!"


13 novembre 2008

Ultimo acquisto della scuderia SB



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. scuderia siamobellissimi

permalink | inviato da siamobellissimi il 13/11/2008 alle 18:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

13 novembre 2008

CONTO ALLA ROVESCIA

 Rullo di tamburi. Cornamuse e corni ancestrali nell'aria. Sospirate, tremate...
"Se vi sentite baciati sulla fronte da qualche dio, se vi siete accorti che esiste una condizione umana ed una possibilità di realismo inquieto nel viverla, se sapete leggere quello che i giornali non scrivono, se non vi intendete come noi di musica ma non per questo ascoltate i critici
ma anche se non avete mai pensato niente di tutto ciò perchè la vostra inteliggenza non arriva a 70 fatevi coraggio il mondo è vostro la situazione è eccellente... "


STIAMO TORNANDO. PREPARATE LO CHAMPAGNE...E LE ALCOVE!


17 dicembre 2006

SQUID AI VOSTRI PIEDI.

Per la prima volta un concorso in cui non è questione di culo. Cari fans dei siamobellissimi, siamo lieti di annunciare il varo della nuova iniziativa “Squid ai vostri piedi”. Il nostro beneamato, noto maniaco delle parti bassissime, per soddisfare i suoi infimi istinti ha indetto questa gara in cui siete chiamati a partecipare tutti, uomini, donne, podologi e pederasti. Intasate la nostra casella di posta con foto dei vostri piedi, possibilmente in atteggiamenti hard-fetish, e Squid le esaminerà una ad una rigorosamente chiuso nel suo bagno, pratica a cui ormai ha fatto il callo. Il premio? Ma un massaggio eseguito da Squid in persona, nel confort del suo pied-à-terre, ovviamente proprio alle vostre sudoranti estremità!

 

 

 

 

 

 

 

 












“Squid ai vostri piedi” è sponsorizzato da
 

 













e da








Aspettiamo le vostre foto, non ci lasciate a piedi!




permalink | inviato da il 17/12/2006 alle 22:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (24) | Versione per la stampa

13 dicembre 2006

L'ANGOLO DELLA CULTURA


Sarà con non inaspettato stupore da parte di voi tutti che i    vogliono intraprendere una linea un po più seria nella trattazione dei noti argomenti a loro tanto cari.
Occasione si offre dal momento che è di questi giorni la notizia del ritrovamento del più prezioso tesoro
archeologico dai tempi della scoperta delle rovine di Troia.
In seguito a scavi nella purtroppo caldissima zona tra il tigri e l'eufrate sono infatti ritornate alla luce
vestigia di un antichissimo popolo fin ad oggi sconosciuto.
Un popolo che risale addirittura ad un periodo antecedente all'epoca aurea degli antichi sumeri.
Dalle prime suppellettili ritrovate e da alcune tavolette incise in caratteri cuneiformi gli studiosi sono
riusciti a ricostruire le prime tracce di quello che si presenta un popolo altamente civilizzato, con un
pantheon di divinità del tutto originale e che seguiva una religione rituale di particolare bizzarria.

Una testimonianza abbastanza interessante è un particolare oggetto che si ritiene fosse usato appunto nei
rituali di questo antichissimo popolo.

Sebbene ci sia ancora oscuro, allo stato attuale degli studi, l'uso che i sacerdoti facevano di questo oggetto,
il ritrovamento e la traduzione di un frammento di tavoletta incisa che accompagnava l'oggetto ci può essere di
qualche aiuto nell'interpretazione di alcuni degli aspetti di queste interessanti pratiche.

Si tratta, come potrete vedere, di un breve componimento poetico, probabilmente declamato dal sacerdote
immediatamente prima del momento che segnava il culmine del rito religioso.
Un momento che gli studiosi hanno identificato col nome di "aspersione".
Per ora non ci è dato di sapere altro su questi affascinanti misteri riaffioranti dal lontano passato della
civiltà del'uomo, ma gli studi sono ancora in corso mentre scriviamo.

I versi in questione sono i seguenti:


Raccogli orsù quest'otre
o sitibonda femina
di nettare copioso
il tuo disìo sì domina

poichè il divin mistero
si fugge quale spettro
al sol del novo giorno
impugna lo mio scettro

e squoti, oh ardimentosa,
il nerbo del mio ventre    
acciocchè lo mio nettare    
dolce si fè nel mentre

eleggiti sovrana
tu fior della mia cerchia
comportati da donna
e attaccati a 'sta...



Purtroppo da qui in poi il testo si fa indecifrabile.
Gli studiosi comunque non disperano di ritrovare altri esempi di queste preziose testimonianze dell'arte
poetica del popolo protosumero dei Ut-Naminkja.
Ovviamente gli aficionados dei    avranno la possibilità di seguire le evoluzioni poetiche degli scriba reali di questo fiero popolo in anteprima nei post di questo blog.

Al prossimo appuntamento culturale...






permalink | inviato da il 13/12/2006 alle 23:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo

FIGB
IL COMPAGNO SOVIET
KILOMBO
FEDERAZIONE CUOCHI
SINDACATO CALZATURE
W STALIN !
IO ESTETISTA
IDROK.TERAPISTI SARDI
COIFFURE ITALIA



me l'avete letto 103040 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     novembre